Best practice

PIANO REGIONALE INTEGRATO INFRASTRUTTURE E MOBILITA’, UN PRIMO BILANCIO

Il Piano regionale integrato delle infrastrutture e della mobilità (PRIIM) ha compiuto un anno, dopo l’approvazione nel febbraio 2014 dalla Giunta Regionale, e ha destinato risorse per 754 milioni di euro, oltre 500 dei quali già liquidati. E’ quanto è emerso dal primo monitoraggio di attuazione del Piano, presentato in Giunta regionale toscana dall’assessorato ai trasporti e infrastrutture. Il Priim è stato una novità amministrativa e di programmazione di grandissima portata per la prima volta la Toscana ha avuto una elaborazione congiunta e coordinata delle politiche relative ai trasporti e alle infrastrutture. Tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015 è stato non solo varato il Priim, ma concretizzato già alcuni dei suoi obiettivi: è nato il sistema aeroportuale toscano, con l’integrazione tra il Vespucci di Firenze e il Galilei di Pisa; sono state finanziate nuove ciclabili e gettato le basi per il completamento della Ciclopista dell’Arno; è nata Centralia, la società che lavorerà per realizzare finalmente la ‘Due mari’ Grosseto-Fano ed è stato approvato il nuovo Piano regolatore portuale di Livorno.

ABSTRACT – Monitoraggio attuazione PRIIM